Il donatore che viaggia

Il donatore che viaggia

Dopo un soggiorno all’estero, non sempre è possibile poter donare subito il sangue.
L’ingresso in alcuni Paesi prevede, infatti, la sospensione temporanea della donazione: ci sono regioni in cui i rischi di contrarre malattie come la malaria, il West Nile virus, la febbre dengue o il virus Zika, sono maggiori. Molte di queste malattie sono trasmissibili per trasfusione di sangue, pertanto è indispensabile rispettare i termini di attesa che possono variare in base al Paese in cui si è stati.

In caso di viaggi è, quindi, sempre opportuno verificare la propria idoneità contattando la segreteria o consultando il sito: http://inviaggio.simti.it/Paesi.aspx  dove è possibile verificare tutte le indicazioni sulle eventuali sospensioni.

 

Chiudi menu