L’importanza delle donazioni di plasma

L’importanza delle donazioni di plasma

Forse non molti sanno che una donazione di sangue può salvare più vite contemporaneamente. Il sangue infatti è composto da più componenti, che vengono trasfusi separatamente a pazienti diversi. I globuli rossi sono destinati alle situazioni di anemia, i globuli bianchi soprattutto al trattamento di pazienti ematologici (es. leucemie), le piastrine si utilizzano in caso di riduzione del loro numero e il plasma – che è la parte liquida del sangue – si utilizza in caso di ustioni e di emorragie.

Dal plasma donato e non utilizzato in ambito clinico, attraverso un processo di lavorazione industriale, possono essere prodotti farmaci cosiddetti plasmaderivati, che rappresentano in alcuni casi dei veri e propri medicinali “salva-vita”. Il plasma donato diviene così la materia prima di farmaci forniti gratuitamente dal Servizio sanitario nazionale in quanto di proprietà delle Regioni presso cui il plasma è stato raccolto.

Ne 2016 è stato pubblicato il primo Programma Nazionale Plasma e plasmaderivati, che fissa gli obiettivi relativi alla raccolta del plasma e all’appropriato utilizzo dei plasmaderivati.
Anche il Lazio è chiamato a raggiungere il proprio obiettivo entro il 2020, ovvero aumentare in 5 anni del 40% la quantità di plasma destinato alla produzione di tali medicinali. Un obiettivo importante, ambizioso, che consentirebbe alla Regione di colmare il gap che la distanzia dal dato medio nazionale (12,8 kg/1000 abitanti).

Una sfida che tutti i donatori e quanti vogliono diventarlo sono chiamati a raccogliere per fare parte di un sistema altamente solidaristico. Si può donare anche esclusivamente il plasma con procedure dedicate, che durano un po’ più della solita donazione, ma che non comportano la perdita della parte corpuscolata del sangue (globuli rossi, bianchi e piastrine). Questo aumenta la platea dei possibili donatori e la frequenza delle donazioni. L’opzione di donare plasma viene comunque valutata dal medico nella visita preliminare.

Non esistono donazioni di serie A o B, anche il plasma riveste un ruolo fondamentale all’interno del circuito virtuoso della donazione di sangue, con i suoi benefici per pazienti e donatori.
L’Associazione Ematos FIDAS è sempre disponibile ad informare e a promuovere la donazione più giusta per ognuno di noi nel momento più idoneo, a supporto dei pazienti e della programmazione regionale.

Inoltre, è notizia di questi giorni che nel 2018 è cresciuta la raccolta di plasma e l’autossuficienza si avvicina (leggi QUI).

Maggiori informazioni sull’argomento sono disponibili anche alla pagina Italiaplasma.it realizzata dal Centro nazionale sangue.

 

 

 

 

Chiudi menu