Archivio News

SISMA EMILIA: AUSL BOLOGNA, SOTTO CONTROLLO TRASFUSIONI E-R
Nessuna emergenza, donatori proseguano programmi stabiliti

BOLOGNA, 29 MAG - ''E' sotto controllo la situazione del Sistema Trasfusionale Regionale e i donatori possono donare presso le sedi abituali''. Lo assicura l'Ausl di Bologna in una nota, precisando che ''non si registra alcuna emergenza conseguente al terremoto''.
''Il Centro Regionale Sangue, con sede all'Ospedale Maggiore di Bologna - prosegue la nota - ha adottato, d'intesa con la rete dei Servizi trasfusionali, tutte le misure organizzative necessarie per garantire la regolare attivita' trasfusionale negli ospedali della regione. Senza interruzioni, in accordo con le associazioni e le federazioni dei donatori, anche l'attivita' di raccolta di sangue ed emocomponenti, per la quale si raccomanda ai donatori di mantenere i programmi di donazione presso le sedi consuete''. (ANSA).

SISMA EMILIA: CENTRO SANGUE, FUORI LUOGO PARLARE DI EMERGENZA
Regione coperta e ben organizzata per affrontare situazione

MILANO, 30 MAG - Non c'e' emergenza sangue in Emilia Romagna in seguito al terremoto. Il Centro Nazionale Sangue (Cns) fa sapere, tramite una nota, che sta monitorando attentamente la compensazione interregionale e risulta che la regione ''e' sufficientemente coperta e ben organizzata per affrontare la situazione di emergenza''. Il Cns invita quindi le associazioni di volontariato ''ad adoperare ogni utile strumento per frenare mobilitazioni spontaneistiche al di fuori di un ragionevole coordinamento del sistema regionale e nazionale. Altri interventi - si legge nel comunicato - possono solo aggiungere ansia alle persone gia' provate dal disastro e sottrarre risorse donazionali alla imminente stagione estiva o di effettivo reintegro delle scorte, pianificate e previste dai piani che contemplano situazioni di crisi inaspettata, attraverso la normale programmazione svolta su chiamata dei donatori periodici volontari''.
Anche gli organi di stampa sono invitati a contattare il Centro nazionale sangue ''per avere conferma dell'esattezza di notizie non diffuse dalla nostra pagina internet, facebook, twitter o dal nostro ufficio comunicazione, al fine di evitare allarmi ingiustificati che possono ritardare le procedure di raccolta''.

Nuovi assetti per sfide nuove.
Concluso a Genova il 51° Congresso Nazionale
Assemblea_FIDAS_Genova_113_x_150

28 Aprile 2012- Si è concluso nella prestigiosa cornice del Palazzo Ducale a Genova il 51° Congresso nazionale della FIDAS. L'assemblea delle 74 associazioni federate ha voluto dare un nuovo assetto e una nuova organizzazione federativa per rispondere sempre meglio alle rinnovate esigenze del Sistema Trasfusionale. (fonte www.fidas.it)

La bufala degli SMS per la richiesta di sangue

20 Gennaio 2012 - Anche quest’anno si ripetono immancabilmente i mendaci appelli per la richiesta di sangue per un bambino di 17 mesi affetto da leucemia. Come già fatto in passato, vogliamo ricordare che le urgenze di sangue sono gestite dai Servizi Trasfusionali organizzati in una rete regionale attraverso i Centri regionali di coordinamento, i quali fanno capo per la compensazione interregionale al Centro Nazionale Sangue. Questa rete del Sistema trasfusionale nazionale è deputata a garantire l’autosufficienza di emocomponenti ed emoderivati per tutte le necessità ordinarie e per le situazioni di urgenza e di emergenza del Paese.

SISMA EMILIA: AUSL BOLOGNA, SOTTO CONTROLLO TRASFUSIONI E-R
Nessuna emergenza, donatori proseguano programmi stabiliti

BOLOGNA, 29 MAG - ''E' sotto controllo la situazione del Sistema Trasfusionale Regionale e i donatori possono donare presso le sedi abituali''. Lo assicura l'Ausl di Bologna in una nota, precisando che ''non si registra alcuna emergenza conseguente al terremoto''.
''Il Centro Regionale Sangue, con sede all'Ospedale Maggiore di Bologna - prosegue la nota - ha adottato, d'intesa con la rete dei Servizi trasfusionali, tutte le misure organizzative necessarie per garantire la regolare attivita' trasfusionale negli ospedali della regione. Senza interruzioni, in accordo con le associazioni e le federazioni dei donatori, anche l'attivita' di raccolta di sangue ed emocomponenti, per la quale si raccomanda ai donatori di mantenere i programmi di donazione presso le sedi consuete''. (ANSA).

SISMA EMILIA: CENTRO SANGUE, FUORI LUOGO PARLARE DI EMERGENZA
Regione coperta e ben organizzata per affrontare situazione

MILANO, 30 MAG - Non c'e' emergenza sangue in Emilia Romagna in seguito al terremoto. Il Centro Nazionale Sangue (Cns) fa sapere, tramite una nota, che sta monitorando attentamente la compensazione interregionale e risulta che la regione ''e' sufficientemente coperta e ben organizzata per affrontare la situazione di emergenza''. Il Cns invita quindi le associazioni di volontariato ''ad adoperare ogni utile strumento per frenare mobilitazioni spontaneistiche al di fuori di un ragionevole coordinamento del sistema regionale e nazionale. Altri interventi - si legge nel comunicato - possono solo aggiungere ansia alle persone gia' provate dal disastro e sottrarre risorse donazionali alla imminente stagione estiva o di effettivo reintegro delle scorte, pianificate e previste dai piani che contemplano situazioni di crisi inaspettata, attraverso la normale programmazione svolta su chiamata dei donatori periodici volontari''.
Anche gli organi di stampa sono invitati a contattare il Centro nazionale sangue ''per avere conferma dell'esattezza di notizie non diffuse dalla nostra pagina internet, facebook, twitter o dal nostro ufficio comunicazione, al fine di evitare allarmi ingiustificati che possono ritardare le procedure di raccolta''.

SALUTE: EMATOLOGIA, NUMERO VERDE A DISPOSIZIONE DEI PAZIENTI

ROMA, 30 MAG - Un numero verde a disposizione dei pazienti affetti da leucemie e da altre malattie ematologiche, attivo in tutta Italia per orientare i pazienti verso un appropriato percorso di diagnosi e cura. E' l' 800.550.952, promosso nel 2009 dalla Societa' italiana di ematologia (Sie) e al quale si sono gia' rivolte in tre anni migliaia di persone.
Alle chiamate rispondono tutti martedi' e i giovedi' dalle 15 alle 18 specialisti ematologi che forniscono informazioni generali sulle malattie ematologiche e un primo orientamento sulle strutture cui rivolgersi e sugli esami di laboratorio necessari, fornendo anche un supporto psicologico. "Oggi le terapie disponibili consentono di intervenire con successo sulle malattie ematologiche ma è essenziale orientare il paziente verso l'appropriato percorso di diagnosi e cura, oltre che supportarlo psicologicamente- spiega il professor Fabrizio Pane, presidente della Sie- grazie al numero verde si possono ottenere informazioni su sintomi, esami, terapie e sulle strutture sanitarie di interesse ematologico: un aiuto concreto per i pazienti e per chi se ne prende cura".

(fonte www.fidas.it)

Altri articoli...

  •