Progetto "Dall'informazione alla formazione"

Nell'anno 2008-2009 l'EMATOS FIDAS ha promosso un progetto, autorizzato e finanziato dalla Regione Lazio, per diffondere e promuovere nella popolazione giovanile i temi legati alla salute, a corretti stili di vita e alla solidarietà nella donazione del sangue intitolato "Dall'informazione alla formazione".

Il progetto è nato dalla constatazione che nonostante l'impegno nella promozione della donazione tra i giovani, con interventi informativi dal punto di vista medico e scientifico, nonostante l'alta validità degli stessi, è stato difficile riscontrare cambiamenti di opinione nei ragazzi e quantificare quanti di essi siano divenuti donatori periodici associati nel tempo.
Sulla base delle esperienze precedenti e del suddetto studio indetto dell'EMATOS FIDAS è nato il progetto. Questo vuole proporre ai giovani una formazione che non sia solo di tipo nozionistico-colmativo ma anche di tipo formativo-maturativo, e che si possa tradurre in una fattiva influenza sul comportamento dei giovani, attraverso la focalizzazione dei loro vissuti e delle motivazioni che sottendono il donare.

Il progetto si pone l'obiettivo di sensibilizzare la popolazione giovanile ad una donazione consapevole, attraverso un'opportunità formativa che unisca la dimensione maturativa a quella colmativa, maggiormente utilizzata. L'ottica sottesa a tale tipo di intervento è quella di promuovere una donazione periodica, responsabile e non occasionale, quale frutto di un'integrazione di tale comportamento nella rappresentazione che ciascuno ha di sé, favorendo l'attivazione delle rappresentazioni e delle dimensioni emotive sottese all'atto del donare ed il confronto e l'elaborazione di tali dimensioni all'interno del gruppo. L'intervento intende trasmettere inoltre informazioni sugli gli aspetti tecnico scientifici della donazione, anche alla luce delle esigenze che emergeranno dal lavoro con i ragazzi.

Il progetto coinvolge ragazzi suddivisi in gruppi da 20 persone. Gli obiettivi saranno perseguiti attraverso un percorso di 8 ore, suddiviso in 4 incontri di 2 ore ciascuno, per un periodo complessivo di tre mesi. Il contesto di lavoro sarà principalmente quello scolastico, accanto a quello ricreativo o educativo scelto da giovani tra i 18 e i 28 anni (gruppi sportivi, parrocchia, volontariato).

Una commissione multidisciplinare (composta da medici, psicologi, volontari dell'Associazione) si occuperà della selezione e del coordinamento delle risorse impiegate nel progetto. 
Nella fase finale si valutà l'interesse dei ragazzi coinvolgendoli nella realizzazione di un lavoro di promozione (poster, video, spot) della donazione da destinare a loro coetanei.

Il lavoro all'interno del gruppo sarà realizzato attraverso brainstorming, role-playing, giochi analogici, somministrazione di questionari, discussioni, con la presenza di giovani volontari/donatori che offriranno il loro supporto.

Le realtà che stanno partecipando con noi al progetto sono:

- Istituto Gesù e Maria
- Isia di Roma (Istituto superiore per le Industrie Artistiche)
- Campus Biomedico
(Per informazioni o per aderire contattare l'Associazione)

  •